{lang_rooms_title}

{lang_rooms_subtitle}

{lang_rooms_incipit_title}

{lang_rooms_incipit_subtitle}

{lang_rooms_incipit_description}

{lang_rooms_paragraph_1_title}

{lang_rooms_paragraph_1_subtitle}

{lang_rooms_paragraph_1_services}

{lang_rooms_paragraph_2_title}

{lang_rooms_paragraph_2_subtitle}

{lang_rooms_paragraph_2_services}

{lang_rooms_paragraph_3_title}

{lang_rooms_paragraph_3_subtitle}

{lang_rooms_paragraph_3_services}

{lang_rooms_paragraph_4_title}

{lang_rooms_paragraph_4_subtitle}

{lang_rooms_paragraph_4_services}

IMPOSTA DI SOGGIORNO

L’imposta di soggiorno, istituita dall’Unione dei Comuni Lombarda dell’alta Valle Camonica per i Comuni di Ponte di Legno, Temù, Vione, Vezza d’Oglio e Incudine, con deliberazione dell’Assemblea n.03 del 27/03/2019 è in vigore dal 1° giugno 2019.

L’imposta è istituita al fine di finanziare investimenti ed interventi esclusivamente a favore dell’economia turistica.


CHI PAGA L’IMPOSTA?

L’imposta è dovuta dai soggetti che, non residenti nei Comuni dell’Unione, alloggiano nelle strutture ricettive ubicate nei territori del Comune di Ponte di Legno, Temù, Vione, Vezza d’Oglio e Incudine, di cui alla legge regionale in materia di turismo.


TARIFFE

  • Strutture ricettive alberghiere; alberghi, alberghi garnì e residenze turistico alberghiere a 1 o 2 stelle: euro 1,20
  • Strutture ricettive alberghiere; alberghi, alberghi garnì e residenze turistico alberghiere a 3 stelle / 3 stelle superior: euro 1,50
  • Strutture ricettive alberghiere; alberghi, alberghi garnì e residenze turistico alberghiere a 4 stelle – 4 stelle superior – 5 stelle: euro 1,80
  • Strutture ricettive non alberghiere: Bed & Breakfast; CAV; Ostelli per la gioventù; Alberghi diffusi, Locande; Foresterie lombarde: euro 1,20
  • Strutture ricettive all'aria aperta: campeggi; aree di sosta: euro 1,20
  • Agriturismi: euro 1,20
  • Rifugi: euro 1,20

ESENZIONI

Sono esenti dal pagamento dell’imposta di soggiorno:

  • gli iscritti all’anagrafe dei residenti nei Comuni dell’Unione.
  • i minori fino al 14° anno compreso.
  • i portatori di handicap non autosufficienti, con idonea certificazione medica, e il loro accompagnatore.
  • gli appartenenti alle forze di polizia statale, provinciale e locale, nonché al Corpo nazionale dei vigili del fuoco che pernottano per esigenze di servizio.
  • i "volontari" che nel sociale offrono il proprio servizio in occasione di eventi e manifestazioni organizzate dall’Unione, dall’amministrazione comunale, provinciale e regionale o per emergenze ambientali.
  • sono altresì esentati dal pagamento dell'imposta di soggiorno i soggetti che alloggiano in strutture ricettive a seguito di provvedimenti adottati da autorità pubbliche per fronteggiare situazioni di emergenza conseguenti a eventi calamitosi o di natura straordinaria e per finalità di soccorso umanitario.
  • il personale dipendente della gestione della struttura ricettiva ove svolge l'attività lavorativa.

{lang_rooms_find_apartment_spot}